Come sarà l'Abito di Meghan?

Come sarà l'abito da sposa di Meghan Markle? A quanto pare molto diverso da quello della cognata Kate Middleton, a cominciare dal colore candido infatti Meghan non potrà indossare il bianco.



Piovono polemiche sulla scelta dell'abito da sposa che l'ex attriceindosserà per sposarsi con il principe Harry. Meghan Markle si vocifera abbia già scelto il suo abito nuziale ma non potrà indossare l'abito bianco nel giorno del Royal wedding.

Molte fonti bene informate e attendibili hanno diffuso la notizia che l'abito da sposa non sarà bianco "per ragioni di opportunità". Opportunità sul fatto che Meghan sia una donna divorziata e quindi per delle seconde nozze la scelta dell'abito candido e virginale non sarebbe di buon gusto? Stando ai bene informati, Meghan Markle avrebbe già scelto almeno il modello del suo wedding dress e siamo quasi sicure che la scelta ricadrà su qualcosa di totalmente diverso rispetto all'abito da sposa di Kate Middleton.

Ve lo ricordate? Era ispirato al meraviglioso vestito che Grace Kelly indossò per le indimenticabili nozze con Ranieri di Monaco, uno degli abiti da sposa più belli e costosi della storia. Quello di Kate Middleon era stato disegnato dalla stilista inglese Sarah Burton alla guida della Maison del compianto Alexander McQueen ed era un tripudio di pizzi e strascico, quello che Pippa Middleton sollevò con tanta cura quando Kate arrivò in Chiesa.


Ora sembra che ad essere in pole position sia il duo Ralph&Russo, gli stessi che avevano vestito Meghan per la foto ufficiale del fidanzamento. La notizia arriva dagli insider di Palazzo Reale e ha fatto in fretta il giro del mondo, anche se l'ufficio stampa di Ralph&Russo non rilascia dichiarazioni in merito.

Il duo australiano, ma con sede a Londra in un bellissimo atelier a Mayfair che guarda caso ha vista proprio sui giardini di Buckingham Palace, realizza abiti haute couture che possono perfettamente racchiudere la tradizione reale con il glamour hollywoodiano al quale Meghan è abituata.


Ralph&Russo infatti è un abbonato ai grandi red carpet, dagli Oscar al Met Ball, con clienti come Angelina Jolie, Gwyneth Paltrow o Beyoncé. Ricevono una clientela selezionatissima solo su appuntamento e i loro abiti preziosissimi, lavorati a mano e ricamati con perle, cristalli, fiori, sono dei veri capolavori di alta sartoria. Per non parlare degli abiti da sposa, che chiudono regolarmente la sfilata, e che si fanno notare per la grandiosità.


Bellissima anche la palette di colori: se Meghan in quanto divorziata non vestirà in bianco potrà scegliere tra il verde acqua, il rose tenue o un azzurro pallidissimo, tutti colori visti sui modelli del brand che vedete in questa gallery. Il marchio è stato creato nel 2007 da Tamara Ralph e Michael Russo. E la loro storia d'amore si inserisce perfettamente nel romanticismo che accompagna l'atteso matrimonio di Harry e Meghan.


Tamara è nipote di sarti di Sydney, e anche Michael è autraliano ma si sono conosciuti nel 2003 durante la prima vacanza a Londra di Tamara. Michael all'epoca era promotore finanziario e dopo un anno di amore a distanza ha regalato un biglietto aereo per Londra a Tamara spiegandole che era di sola andata. Da allora non si sono più lasciati e hanno creato la loro casa di moda diventando uno dei marchi più celebri al mondo.


Insomma, grande attesa, qualunque sia il colore o il modello, sarà pur sempre una Bellissima Sposa, soprattutto in virtù del fatto che sposerà un Principe della Casa Reale d'Inghilterra.


Evviva gli Sposi!!

Francesca

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • YouTube Social  Icon
  • LinkedIn Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Contatti

Lunedi -Sabato : 9.00 / 13.00​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​   16.00 /19.30

francescaderosewedding@gmail.com

info: 0984 506875 -  338 8031629

  • Instagram Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • LinkedIn Social Icon
  • Twitter Basic Black
  • Facebook Social Icon
  • Google+ Social Icon

Ogni giorno della vita è unico,
ma abbiamo bisogno che accada qualcosa che ci tocchi per ricordarcelo.
Non importa se otteniamo dei risultati o meno,
se facciamo bella figura o no, in fin dei conti l’essenziale, per la maggior parte di noi,
è qualcosa che non si vede, ma si percepisce nel cuore.

                   

              Aruki Murakami

© 2023 by PURE. Proudly created with Wix.com